Quattro racconti per ricostruire le storie e le foto della famiglia di Yadgar, cancellate per proteggere l’identità di un popolo, quello curdo, da sempre all’ombra della storia. È il cuore dello spettacolo White faces. Reframing memory, racconto fotografico di e con Yadgar Bakir, nato a Sulaymaniyah in Iraq nel 1983. Linda Dorigo, carnica d’origine, fotografa e giornalista nell’area Medio Orientale ne cura la regia.

Lo spettacolo andrà in scena sabato 2 dicembre, alle ore 21 presso il Centro parrocchiale Salcons a Gemona. Tramite la ricomposizione di album fotografici, la performance descrive l’identità curda e racconta l’opera di ricostruzione della memoria di un popolo.

Dal 1980 al 1988, durante il conflitto tra Iraq e Iran, con l’operazione Al-Anfal pianificata da Saddam Hussein contro i curdi e le altre minoranze nel nord dell’Iraq, i soldati rastrellavano le case in cerca di documenti che provassero legami tra i peshmerga che combattevano il regime e i civili curdi. Per salvarsi, le famiglie bruciarono, tagliarono e fecero sparire centinaia di fotografie. All’epoca Yadgar aveva quattro anni. Alcuni anni fa trovò il frammento di una foto che lo ritraeva. Ne mancava un pezzo, così Yadgar chiese a sua madre che fine avesse fatto. Era stata lei a tagliarla perché accanto al figlio si vedeva il kalashnikov di un peshmerga. In quel momento Yadgar decise di ricostruire la propria storia chiedendo ai familiari di raccontargli le fotografie così com’erano. Grazie a questi racconti Yadgar oggi sta ricreando quelle foto.

L’iniziativa è realizzata con il contributo della Regione e del Centro Servizi Volontariato, in collaborazione con il Coordinamento delle Associazioni Culturali e di Volontariato Sociale di Gemona, con il Coordinamento Territoriale d’Ambito Alto Friuli e con la Parrocchia di Santa Maria Assunta di Gemona per l’utilizzo dei locali.

L’appuntamento rientra nell’iniziativa “Oltre il Bianco e il Nero”, da sedici anni organizzata dalla Buteghe dal Mont – Glemone per promuovere la conoscenza di progetti, luoghi e storie dal mondo.

QUI il programma dell’iniziativa.