«Quando la comunità accoglie» è il fil rouge che lega i numerosi eventi in programma da domenica 10 maggio a domenica 7 giugno a Gemona e a Tolmezzo nell’ambito della manifestazione «I colori del vento», promossa dal Coordinamento delle Associazioni di Gemona, in collaborazione con numerose realtà dell’Alto Friuli.
La prima espressione di accoglienza è il dialogo tra i territori del Gemonese e della Carnia che hanno “gemellato” le rispettive iniziative «I colori del vento» e «Aspettando CjargnAlive»: l’evento «Libers… di scugnî lâ» organizzato dalla Rete carnica in programma domenica 10 maggio alle ore 20.45 al Palazeje di Tolmezzo è infatti promosso in collegamento con le attività sul tema dell’accoglienza e dell’immigrazione realizzate dal Coordinamento gemonese. La serata prevede letture teatrali, musica e proiezioni sul tema dei migranti di ieri e di oggi.
Il tema dell’accoglienza farà da sfondo a tutti gli altri eventi previsti nella manifestazione «I colori del vento». Si partirà venerdì 15 maggio con la veglia di preghiera sullo stile di Taizé organizzata in Sella Sant’Agnese alle ore 20.30 dai Gruppi giovanili della Forania di Gemona (ritrovo alle ore 20.00 in Gleseute). Si proseguirà domenica 17 maggio con la Festa degli Aquiloni, celebrando così la 645ª Festività dell’Ascensione sui prati della Sella, grazie alla collaborazione dei proprietari dei terreni. Assai ricco il programma dell’evento. Oltre alla Rogazione dell’Ascensione (ore 10.15) e alla Santa Messa (ore 11.00), nel corso della giornata saranni attivi la Bottega degli Aquiloni, i banchetti delle associazioni aderenti al Coordinamento, dell’Asilo Nido di Gemona, dell’Associazione Oncologica Alto Friuli (AOAF), del Gruppo Gemona Montessori, della Protezione Civile e delle assistenti familiari straniere, l’attività di Truccabimbi a cura dell’Associazione Genitori Sante Striche, il laboratorio Colore a cura dei Bravi Ragazzi, lo spettacolo per bambini Pinocchio con gli stivali (ore 13.45) a cura della Squadriglia Linci del Reparto Don Pio Gabos (Gruppo Scout), giochi di animazione sulla promozione della salute a cura dell’AOAF. Il Borc Taviele allestirà un chiosco. I volontari della Protezione Civile saranno a disposizione con propri mezzi per accompagnare le persone impossibilitate a raggiungere la Sella a piedi.
Incentrati sul tema dell’accoglienza sono pure gli eventi di mercoledì 20 maggio e venerdì 5 giugno, anch’essi gemellati con la manifestazione «Aspettando CjargnAlive». Mercoledì 20, alle ore 21.00 presso il Cinema Teatro Sociale di Gemona sarà proiettato il film documentario di Andrea Segre Come il peso dell’acqua. Attraverso le storie di tre donne e lo sguardo di due narratori civili come Giuseppe Battiston e Marco Paolini, il documentario cerca di modificare l’orizzonte del rifiuto e del pregiudizio alimentati da politiche orientate alla chiusura della frontiera mediterranea per ridurre il numero di sbarchi. La serata, a ingresso libero, è promossa in collaborazione con La Cineteca del Friuli. Venerdì 5, alle ore 20.30 presso l’Auditorium San Michele a Gemona, si svolgerà l’incontro Comunità accoglienti. Dal viaggio all’integrazione, una serata per conoscere i motivi che portano a migrare verso il Nord, le regole internazionali e nazionali, le esperienze di integrazione sociale, educativa e religiosa realizzate sul territorio regionale. Interverranno Andrea Biasi, operatore della Caritas diocesana di Udine, Francesca Turchetto, insegnante presso la Scuola media di Artegna, Pierluigi Di Piazza, fondatore del Centro di accoglienza «Balducci», un esperto della Sezione Italiana di Amnesty International e un giovane migrante. Gli interventi saranno alternati dalle Letture migranti di Cinzia Sut dell’Associazione «Viandants». L’evento è promosso da Amnesty International (Gruppo di Gemona), Buteghe dal mont – Glemone e CIDI della Carnia e del Gemonese.
Un’altra forma di accoglienza è quella che si svilupperà, sempre a Gemona, da venerdì 29 maggio a domenica 7 giugno in occasione di Elementi Sotterranei, X Festival internazionale di writing e street-art. Incontri sulla street art, sull’acqua, l’energia e i cambiamenti climatici, concerti, Live painting con sessanta artisti internazionali, laboratori artistici e creativi per bambini e curiosi animeranno e coloreranno Gemona. L’intero programma è consultabile on line all’indirizzo www.elementisotterranei.net.
«I colori del vento» è realizzato con il contributo del Centro Servizi Volontariato F-vg e della Regione Friuli-v.g.
Ulteriori dettagli nel volantino dell’iniziativa [QUI].